News News

I vegetariani si ammalano meno di cuore

Frutta, verdura, cereali, patate, noci, olio: una dieta ricca di alimenti vegetali riduce la mortalità per malattie cardiache e ictus. A confermare l'effetto positivo di un'alimentazione semi-vegetariana è uno studio appena presentato al meeting dell’American Heart Association (Baltimora, 3-6 marzo 2015) e condotto da epidemiologi dell'Imperial College di Londra.


Segue >>
www.benessereintestinale.it www.nervosano.it
 
Nanoparticelle nel sangue contro l'aterosclerosi

Nanoparticelle nel sangue contro l'aterosclerosi

Drone, una parola entrata sempre più prepotentemente nel linguaggio di tutti i giorni. Mai però avremmo immaginato di associarla alla salute. Eppure è così: un gruppo di ricercatori della Columbia University di New York (Stati Uniti) è riuscita nell’intento di progettare dei nano-droni in grado di veicolare i farmaci contro l’aterosclerosi direttamente nel sito danneggiato. Una strategia, per ora testata nei topi, che si è rivelata vincente. A darne notizia è la prestigiosa rivista Science Translational Medicine.


Segue >>
Terapia farmacologica nel mixed pain e nel dolore muscolare nocicettivo

Terapia farmacologica nel mixed pain e nel dolore muscolare nocicettivo

Immagine 1445

Intervista al Dr. Pierangelo Lora Aprile, Responsabile nazionale Area Terapia del Dolore e Cure Palliative della SIMG.


Segue >>
Un buon intestino allunga la vita

Un buon intestino allunga la vita

Riequilibrare negli anziani la flora intestinale potrebbe aiutarli a vivere di più? Lo suggerisce una recente scoperta condotta da scienziati americani che hanno studiato i meccanismi molecolari che intervengono negli intestini di moscerini, un utile modello per individuare futuri farmaci utili all'uomo.
Come si passa dall'avere un intestino sano ad un apparato digerente stressato in età avanzata?
Segue >>
L'interruttore per spegnere l'obesità

L'interruttore per spegnere l'obesità

Individuato un nuovo bersaglio molecolare per controllare il peso in eccesso di chi ha una dieta ricca di grassi. Spegnere una speciale proteina delle cellule dell'intestino infatti avrebbe l'effetto di ridurre l'adipe e mettere un freno al diabete legato all'obesità stessa. La scoperta, testata su topi alimentati con grassi e affetti da obesità e diabete mellito di tipo 2, è dovuta a un gruppo di ricercatori del Drug Research Institute di Lovanio in Belgio in collaborazione diretta con colleghi francesi e svedesi
Segue >>

LOGIN

Hai dimenticato la password? Richiedila!

www.voodoc.it