Farmaci erogabili fuori etichetta: aggiornato l'elenco

All'avanguardia nel panorama legislativo sulla salute, la legge 648 del 1996 assicura l'erogazione in Italia di farmaci non ancora autorizzati o fuori indicazione, se utili nel trattamento di patologie prive di alternative terapeutiche. Da qualche giorno l'elenco di questi speciali principi attivi è stato aggiornato con alcune molecole di interesse pediatrico.

L'aggiornamento è avvenuto con determinazione dell'Agenzia italiana del farmaco (AIFA) del 27 luglio 2012 riportato sulla Gazzetta ufficiale a fine agosto (GU n. 199 del 27 agosto 2012 - Supplemento ordinario n.176). La novità consiste in un'integrazione con principi attivi di uso consolidato nel trattamento di alcune patologie pediatriche.

Tutti i farmaci sono a totale carico del Servizio sanitario nazionale, secondo i principi della legge 648/96 che lo consente dopo il parere della Commissione consultiva tecnico-scientifica dell'AIFA (CTS). Questo giudizio dell'AIFA viene elargito per tutti quei medicinali che siano reputati innovativi per la cura di alcune patologie ma che siano stati autorizzati al commercio fuori dall'Italia, per i farmaci ancora non autorizzati ma in fase di sperimentazione clinica nel nostro Paese oppure per tutti quei principi attivi che si possono impiegare con un'indicazione terapeutica diversa da quella autorizzata per il commercio in Italia.

L'elenco, che contiene anche i nuovi farmaci (utili per malattie gastrointestinali e del sistema nervoso), è visionabile da questo link.


Il medico che utilizza un farmaco inserito in questa lista deve dichiarare l’assunzione di responsabilità del trattamento e acquisire il consenso informato dal paziente.

Link alla Gazzetta ufficiale


🕑