Paracetamolo: rimandato l’obbligo di ricetta in Germania

Numerosi studi condotti recentemente in Germania hanno approfondito i possibili effetti collaterali del paracetamolo sull’organismo umano. Ne è emerso che questa molecola, se assunta in dosi eccessive, potrebbe causare danni al fegato e innescare attacchi d’asma.

Nel tentativo di contenere l’abuso di questo farmaco da banco (OTC), il Comitato di esperti per i farmaci etici in Germania aveva deciso tempo fa di ripristinarne l’obbligo di ricetta. Ma il percorso di “relisting” si è rivelato tutt’altro che semplice e immediato, tanto da dover essere momentaneamente sospeso da parte dello stesso Comitato per permettere all’Istituto federale tedesco per i farmaci e i dispositivi medici (BfArM) di effettuare ulteriori indagini tossicologiche. Indagini che sono state estese anche a tutti gli analgesici della classe degli antinfiammatori non steroidei (Fans) attualmente in commercio come farmaci da banco.

La rivista OTC Bulletin, che per prima ha pubblicato la notizia, rivela inoltre che in Germania sarebbe stata rinviata a quest’estate anche la decisione di limitare il numero di unità posologiche per le confezioni senza obbligo di prescrizione (SOP) a un massimo di quattro giorni di terapie per sei differenti tipi di analgesici (acido acetilsalicilico, diclofenac, ibuprofene, naproxene, fenazone e propifenazone).

Fonte: http://www.federfarma.it/Edicola/Ultime-notizie/12-04-2012-15-56-59.aspx


🕑